Cronache di famiglia in un interno

990089732-anita-berber-conrad-veith-reinhold-schuenzel-inchino

Ciao sono Chiara.

Tutti sanno cosa scrisse Tolstoj: “Tutte le famiglie felici si somigliano; ogni famiglia infelice è invece disgraziata a modo suo”

Beh, quella di cui scrivo è la mia famiglia: un po’ felice, con piccoli momenti di fisiologica tristezza o di gioia pazza, a volte arrabbiati, piangenti, scherzosi e buffi. Però, di base siamo tanto, tanto buffi.

Come Zelig, sono di volta in volta la madre moderna, quella eroica, quella mezza matta, quella arrabbiata, quella ma chi me lo ha fatto fare, quella pasticciona (tanto), quella apprensiva, o  quella inadeguata, o la supereroina che, come Wolf, risolve problemi: una madre perfettamente nella norma, insomma.

Figlione, Figlino e la sottoscritta siamo, come ho scritto, una famiglia normale che tanto normale non è. Tanto, felici o infelici che siano, le famiglie “normali” esistono solo sulla carta, o nelle pubblicità, e a volte penso che sia questo che ci frega.

Racconto storie, niente di più. Tutto quello che scrivo è “tratto da una storia vera”, da episodi piccoli piccoli che affrontiamo di giorno in giorno. Io, semplicemente li guardo, me li rigiro tra le mani e provo a mettere loro un naso rosso da clown.

E ci ho pensato,  mi sono chiesta quante migliaia di storie buffe di famiglie buffe ci sono in giro. E allora, mi piacerebbe tanto, nel tempo, che questo mio diario diventasse non solo mio ma di chiunque abbia Figlioni e Figline e avventure da raccontare, piccole o grandi che siano, ad un’unica condizione: che facciano sorridere, perché è di sorrisi che abbiamo tanto bisogno.

Se mai ci sarà qualcuno che abbia voglia di raccontare, può usare questo spazio,  mi basta una mail o un commento: mi prenderò solo la libertà di ricontrollare le virgole, vedere se corrisponde alla “linea editoriale” del blog (uuuuhhhh, che cosa pomposa!), e poi lo pubblicherò.

In ogni caso, lo spirito è questo: Che la scemizia sia con voi!

Se qualcuno si diverte a leggermi anche solo la metà di quanto io mi diverto a scrivere, vorrà dire che sto facendo un gran bel lavoro.

 

Chiara

Nota: quasi tutte le foto sul blog sono prese dal web. Le rarissime eccezioni,  come la foto di sfondo,  sono colpa mia.

 

 

6 pensieri su “Cronache di famiglia in un interno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...